Capodanno nel mondo: l’unica certezza è il colore dell’intimo!

Scritto da il in

E’ ufficialmente iniziato il countdown per l’ultimo dell’anno e la febbre per la scelta su come e dove trascorrerlo, impazza in questi giorni.

Ce n’è davvero per tutti i gusti: serate a tema con dress-code, serate in discoteca, semplici veglioni accompagnati da piacevole musica da sala… e di conseguenza l’abbigliamento si plasma sull’evento a cui si partecipa.

 Paillettes, lustrini, smoking glam, accessori bizzarri di tutti i tipi e colore danno vita a eventi unici, che assomigliano a vere e proprie cornici.

Ma noi, che anche se non siamo scaramantici ci piace essere legati alle tradizioni, sappiamo che il vero protagonista della serata è l’intimo di colore rosso; non importa se nuovo o vecchio, regalato o comprato, è bene salutare il nuovo anno rigorosamente in rosso!

 Abbiamo fatto una piccola ricerca e abbiamo scoperto che non siamo i soli a vestirci secondo piccole regole di buon auspiscio. Anche in Sudamerica infatti, in particolare Perù e Brasile, hanno a cuore il colore della biancheria. Ed ecco che in Perù  l’intimo a capodanno si colora di giallo, ma è in Brasile, dove l’intimo è inevitabilmente “carioca”, che la scelta della biancheria, ha un valore non solo scaramantico: il bianco viene scelto se si desidera un anno all’insegna della pace, il giallo se le mire riguardano il denaro, e il rosso se invece si è e rimane inguaribili romantici, quindi alla ricerca dell’amore vero.

In Spagna, prima della mezzanotte, è tradizione mangiare dodici chicchi d’uva, uno per ogni mese dell’anno. Anche lì, come in Italia, porta fortuna indossare un indumento rosso; dopo il brindisi, gli spagnoli mettono un anello all’interno del bicchiere dove hanno bevuto.

In Germania il Capodanno si festeggia in maschera, come se fosse Carnevale, mentre in India non si può aspettare il nuovo anno dentro casa, bisogna uscire per le strade.

Con il consiglio di evitare il nero ( che pur essendo elegantissimo, per la tradizione non è affatto di buon auspicio ), ne approfittiamo per farvi i nostri migliori auguri…e magari poi ci racconterete se abbiamo più ragione ad essere patriottici o se è bene diventare cosmopoliti

Tags: