Da Lardini è in scena l’abito per la stagione AI 14-15

Scritto da il in

Lardini per la stagione AI 14-15 che sarà presentata al prossimo Pitti Uomo, reinterpreta l’abito che diventa anche reversibile. Non solo, la gamma si amplia con il cappotto e la giacca realizzati in tessuti classici e nel tinto capo, caratterizzati dall’avere un lato unito e l’altro fantasia. La giacca si priva di costruzioni nella linea Easy, dove a predominare sono i tessuti lavorati e i colori. La materia, con la quale i capi prendono forma, è da sempre l’elemento fondamentale della Lardini. Si spazia dalle lane fini e pregiate, agli Shetland inglesi fino ad arrivare alla lavorazione Bouclé che, lavorato ad anellini in rilievo, dona una mano morbida e spugnosa, classico senza tempo. Novità è il disegno Regimental sulla giacca in lana, righe a bande larghe, richiami allo stile college, una rivisitazione in versione casual chic. La giacca in maglia si veste da sera: rever sciallato, bordatura rigorosamente in nero con bottone ricoperto come il classico smoking.Lardini_AI_14_15

Il gilet dal taglio classico, in nylon trapuntato, diventa capo da usare sotto l’abito o con lo spezzato, rigorosamente con la cravatta. Il cappotto della linea Archivio dagli importanti revers, classico per antonomasia, si allunga e il collo, in morbido astrakan, è staccabile. Lardini pone attenzione al dettaglio e inserisce, nella giacca e nell’abito classico, una tasca studiata per riporre un cellulare di concezione moderna. Nell’accessorio a fare da padrone sono ancora i tessuti riproposti nelle stesse varianti della Collezione.
Gilet in maglia e tessuto, cappelli in tessuto o trapuntati, borse in feltro, tessuto e pelle arricchiscono e completano il Look dell’Uomo Lardini.

Lo stand Lardini diventa Galleria d’arte contemporanea. L’artista Andrea Tarella metterà in scena il mondo Lardini con illustrazioni che interpretano alcuni capi must della nuova collezione.

Tags: