Frankie Morello Meets Maximo Riera: The Animal Chair Collection

Scritto da il in

In occasione del 51° Salone Internazionale del Mobile di Milano (17-22 aprile 2012) la maison Frankie Morello decide di portare avanti il progetto “Meets Art” incontrando l’artista spagnolo MAXIMO RIERA.

L’esposizione avrà luogo presso la Boutique Frankie Morello in Corso Matteotti, 3 e vedrà come protagoniste le prime tre opere realizzate per il progetto “The Animal Chair Collection”.

The Octopus, The Walrus, The Rhino saranno presentati in anteprima Italiana durante la settimana del design.

Le tre sedute sono state realizzate in poliuretano mediante l’innovativo procedimento definito CNC (computer numerical control) una delle più moderne tecniche disponibili al giorno d’oggi.

Questa tecnica, ideata e creata dall’artista stesso in collaborazione JH May, compagnia inglese che produce software per Ferrari, Zaha Hadid, Chanel, permette di trasporre e tagliare in 3D i disegni dell’artista direttamente su blocchi di materia, mantenendo l’assoluta fedeltà all’originale.

Le tre sedute offrono un livello supremo di dettagli, trasmettendo così dinamismo e senso del movimento dando a ogni opera anima, carattere e vitalità.

“Siamo onorati di presentare in anteprima italiana The Animal Chair Collection. Attraverso le sue opere. Maximo Riera rende onore al mondo della natura e a quello animale sottolineando l’importanza di un rapporto armonico con l’uomo, tematica a noi molto cara” dichiarano Pierfrancesco Gigliotti e Maurizio Modica.

“La ragione principale perché ho deciso di lavorare su delle sedute è perché sono oggetti di tutti i giorni che occupano uno spazio quasi banale nella nostra quotidianità e di cui siamo soliti ammirare solo la funzionalità.” Dichiara Maximo Riera “ Ho voluto renderle questi oggetti vivi, creando un link tra loro, lo spettatore e lo spazio”. Questa collezione cerca di porre l’accento sull’importanza della capacità di relazionarsi tra uomo e natura mettendosi in stretta connessione, sullo stesso livello quasi abbracciandosi come unica possibilità di coesistenza.”.

Maximo Riera artista poliedrico (scultore, pittore, illustratore e poeta) da oltre trenta anni devolve i proventi della sua arte in charity.

Tags: