Harrys of London Autunno/Inverno 2012-2013 al Pitti Immagine Uomo

Scritto da il in

La collezione Harrys of London Autunno/Inverno 2012 sarà presentata a Firenze in occasione di  Pitti Immagine Uomo (10-13 Gennaio) ed è una raccolta completa di stili maschili basata sui principi identitari del brand: innovazione nella costruzione delle calzature e ricerca dei materiali di migliore qualità. 

 Il tema della collezione è “Urban Explorer” e le caratteristiche di una costruzione pensata per escursioni all’aperto acquistano un sofisticato accento urbano attraverso l’utilizzo di textures, colori e ricche finiture.

 I modelli variano dai raffinati mocassini con la famosa suola di gomma Windsurf Vibram a robuste scarpe da camminata e stivali adatti ad ogni condizione climatica con l’esclusiva suola Gumlite frutto della collaborazione con il brand partner Vibram – azienda leader e all’avanguardia nella tecnologia delle suole di gomma.

 La mano di Harrys of London è leggera sulle finiture e le migliori pelli di vitello italiane vengono lucidate a mano per ottenere un’intensa lucentezza e colori vividi.

Le textures giocano un ruolo importante nella scelta dei materiali. In questa stagione la collezione introduce due nuove pelli di vitello stampate in una vasta gamma di colori autunnali, dal marrone nocciola, al profondo mogano; dallo scuro cioccolato al sofisticato grigio fumo “Nebbia”, ispirato dall’intensa sfumatura del cielo inglese d’inverno. Altri materiali chiave sono le pelli di Kudu, esclusiva del brand, nella morbida versione scamosciata nei nuovi colori loden e terracotta, e nella versatile opzione Kudu cerato per un piu’ casual look da vita all’aperto.

 Altro elemento chiave nella progettazione delle calzature Harrys è il distintivo plantare Technogel. Harrys of London, in collaborazione con Technogel, ha sviluppato una suola interna gel 100% che offre un’eccellente protezione dagli urti ed un nuovo genere di comfort morbido, bilanciato e funzionale, con il plantare in grado di adattarsi esattamente alla forma di chi lo indossa.

Tags: