Il poker al polso

Scritto da il in

Un binomio vincente, quello tra orologi e mondo del gioco d`azzardo. Una storia che parte da lontano, da quando negli anni Venti del Novecento grandi nomi come Cartier e Longines proponevano i primi orologi da tasca con la roulette riprodotta sul quadrante.

Il primo vero boom, però, è databile alla fine degli anni Novanta, quando sono stati realizzati molti esemplari ispirati al gioco d’azzardo: uno su tutti, il Vegas di Franck Muller, ancora oggi in produzione. Si tratta di un orologio da polso – cassa in acciaio o in oro bianco, movimento automatico, quadrante laccato, vetro zaffiro, cinturino in alligatore, le sue caratteristiche – che presenta una roulette al centro del quadrante, con cui si può giocare premendo un pulsante.

Dal Vegas in poi, l’inizio del ventunesimo secolo ci ha regalato sempre più orologi in perfetto stile casinò. Pensiamo, ad esempio, alle serie prodotte da Corum in edizione limitata (777 esemplari numerati per ciascun modello): il Bubble Joker (2001) – in due versioni, automatica e cronografo, e con il caratteristico vetro zaffiro incurvato – presenta un design con la faccia di un jolly e i semi delle carte da gioco; il Bubble Casinò (2003) – tra le caratteristiche, vetro zaffiro antiriflesso a cupola e movimento automatico – il cui quadrante riproduce una roulette mentre la lancetta dei secondi termina con una pallina bianca che gira continuamente sui numeri; e infine il Bubble Royal Flush (2006), anch’esso con vetro zaffiro bombato, che presenta al centro del quadrante la scala reale mentre la punta della lancetta ha il simbolo del dollaro.

Di certo le grandi firme dell’orologeria, con le loro creazioni, fanno sognare anche gli appassionati del tavolo verde, travolti, a quanto risulta da una recente indagine, da due mode crescenti. Quella di preferire sempre di più il gioco del poker online su un buon sito, approfittando della comodità offerta dal web, e la passione per gli accessori originali e i pezzi unici, soprattutto nel settore dell`orologeria. Tra questi ne citiamo due in particolare, che si collocano senza dubbio tra le eccellenze del genere: il Blackjack 21 prodotto Christophe Claret e il Turbine Poker di Perrelet.

Il primo è un vero e proprio gioiello da 250.000 dollari, prodotto in soli 105 esemplari: un orologio di titanio, oro bianco o rosa 18 carati, adornato di diamanti e con cinturino in coccodrillo nero. Indossare un Blackjack 21 è come portare al polso un autentico casinò: sul quadrante principale si può giocare a blackjack; in un piccolo spazio laterale dell’orologio si può tentare la fortuna ai dadi e infine sul retro ci si può divertire a puntare un diamante alla roulette.

Il Turbine Poker, anch’esso prodotto in edizione limitata (888 esemplari), invita a giocare a poker secondo le sue regole. È una linea di orologi a doppia turbina in cui le carte sono distribuite sotto la ruota, divisa in dodici settori. A seconda dei movimenti del polso, la turbina ruota e ci lascia con il fiato sospeso fino all’arresto. Perrelet propone tre varianti di quadrante: con una coppia di 7, con una coppia di 7 e due scale reali, e con tris di jack e di re e coppia di 7.

Tags: