New dress-code

Scritto da il in

Le ultime sfilate uomo rappresentano uno scenario che capovolge e rimescola i codici dell’abbigliamento. Solo pochissimi hanno trattato il tema del Classico comme il faut , senza trasgressioni; e i designer che – comunque – lo propongono, hanno immaginato, per la prossima estate (2014), un uomo nitidamente più disinvolto e anticonformista anche nelle occasioni convenzionali. Ma la maggior parte ha deciso che nel prossimo futuro passeremo senza batter ciglio da un fit asciutto a forme cedevoli e fluide, che adotteremo il bermuda in Tasmania sotto impalpabili spolverini al ginocchio (con le calze corte e le stringate, entrambe nere), che compreremo moltissimi capi in nappa, e che avremo solo l’imbarazzo della scelta in fatto di colori e disegni fantasia. Volendo sottrarsi ai precetti della moda che verrà, è assolutamente possibile – fin da ora – abituarsi ad uno stile più moderno optando per una tenuta che contenga elementi tradizionali, però rivisti in chiave contemporanea. Il bianco con il nero, che è indicato soprattutto per le serate estive, per esempio: aggiornato grazie alla lavorazione dei tessuti e arricchito con accessori vistosi.

AlainGoussin

Camicia in popeline MAISON MARTIN MARGIELA
Cravatta in seta lavorata ZZEGNA (Vintage)
Pantaloni in crêpe di seta (parte di un abito) ETRO
Mocassini in vernice con fibbia in metallo VERSACE
Occhiali YVES SAINT LAURENT
Cintura GUCCI

Foto Stefan Giftthaler
Model Alain Gossuin @ Nologo mgmt, Milano
Fashion Editor Assistant Angelica Pianarosa
Grooming Luca Lazzaro @ WM Management

Tags: 

  • Mauro Barone

    Questa é una vera e propria lezione di stile. Non sto scherzando se dico che ho copiato tuttoe messo nelle note dell’ipad. Grazie direttore e grazie Menabò

    • Alessandro Calascibetta

      Grazie Mauro, e grazie Andrea.